Il gioco è consentito ai maggiorenni e può creare dipendenza

Home Page > Scommesse > Calcio > Calcio A5

Bookmakers
Italiani
Inglesi
Stranieri
Maltesi
Francesi
Austriaci
Virtuali
Live
Casinò
Poker
Quote settimanali
Bonus e quote
Recensioni
Nuove recensioni 2017
Scommesse sportive
Scommesse
Serie A 2017-2018
Serie B 2017-2018
Lega Pro 2016-2017
Coppa Italia 2017-2018
Mondiali 2018
Mondiali 2014
Champions League
Tornei stranieri
Europei di Calcio
Europei di Calcio 2020
Nations League
Coppa America
Coppa Africa
Campionato cinese
Calcio a 5
Olimpiadi
Olimpiadi 2016
US Open
Sei Nazioni
Coppa del Mondo Sci
Formula uno
Proposte 2017
Tipi di Scommesse
Under Over
Pari e Dispari
Goal no Goal
Rigore si / no
Espulsione si / no
Risultato finale 1X2
Doppia chance
Risultato esatto
Testa a testa
Somma goal
Scommesse virtuali
Tipi di scommesse
Rubriche sportive
Il personaggio
The breaking news
The top team
Varie
Directory scommesse
Promozioni
Contatti
 
 
 
 
 

Il calcio a 5 italiano

Il calcio a 5 maschile e femminile nasce nel 1933 a Montevideo, Uruguay, quando un professore, obbligato a far giocare i suoi ragazzi in una piccola palestra o in uno spazio limitato, inventò la formula. Il suo scopo era di creare un gioco di squadra, simile al calcio, in un campo all'aperto o al chiuso e che sfruttasse i già comuni campi di pallacanestro. Questo gioco del calcio, eseguito in uno spazio molto limitato, divenne famoso in tutto il mondo. In Italia, questo sport prese, inizialmente, il nome di calcetto. Le prime squadre italiane, infatti, furono chiamate con il nome della città dove giocavano, con accanto il nome di calcetto: Marino calcetto, Milano calcetto, BNL calcetto. Solo negli anni 90, questo sport fu identificato come calcio a 5.


Calcio a 5 maschile 2016-2017

La Divisione calcio a 5, organismo della Federazione italiana Giuoco calcio, organizza e gestisce il calcio a 5 in Italia tramite tornei nazionali e regionali. Tali campionati sono disciplinati in 6 livelli di carattere dilettantistico. I primi tre tornei sono organizzati dalla Lega Nazionale Dilettanti; i rimanenti tre dai comitati regionali. Tutti i campionati si disputano in un girone d'andata ed uno di ritorno, al termine del quale saranno selezionate le squadre che parteciperanno ai playoff o ai playout. Nel massimo campionato, i team partecipanti ai playoff, si contenderanno il titolo di Campione d'Italia. I playout serviranno, invece, per determinare le squadre che dovranno retrocedere. Negli altri campionati, i playoff ed i playout indicheranno le squadre che saranno promosse nella serie superiore e le squadre che saranno retrocesse nella serie inferiore. Come nel calcio, i punti assegnati per la vittoria sono tre, per il pareggio uno e per la sconfitta zero.


Serie A calcio a 5 maschile

Nel 1983 la Federazione italiana calcetto e la Lega italiana calcetto si uniscono in un solo organismo, la FIGC. I campionati italiani risalgono ai primi anni sessanta, ma solo nel 1983 vengono dalla FIGC riconosciuti e resi ufficiali. Dal 1983 al 1989 sono stati disputati alcuni campionati regionali. Le migliori squadre di ogni regione, poi, partecipavano ai playoff per l'assegnazione del titolo nazionale. Solo nella stagione 1989-1990 sarà organizzato il primo campionato a livello nazionale. Dopo cambiamenti e modifiche al regolamento ed all'organizzazione, nel 2002 fu approvata la riforma dei Campionati Nazionali che prevedeva una Serie A di 14 squadre, una Serie A2 divisa in due Gironi di 14 squadre ciascuno, una Serie B suddivisa in 6 Gironi sempre composti da 14 team. Nella successiva tabella, indichiamo le squadre che partecipano attualmente alla Serie A di calcio a 5.


Serie A
Pescara
Luperense
Asti
Acqua Sapone
Real Rieti
Kaos Futsal
Lazio
Rapidoo Latina
Napoli
Corigliano Calabro
Futsal Città di Sestu

Calcio a 5 femminile 2016-2017

In questa pagina, esamineremo e conosceremo meglio il Campionato italiano di calcio a 5 femminile e maschile. La Serie A femminile è il termine con il quale è definito il massimo torneo del Campionato italiano. Questa manifestazione è composta da 42 team divisi in tre Gironi: girone A, B e C. Le squadre partecipanti si incontrano in partite durante il girone di andata e di ritorno. Come nel calcio normale, anche nel calcio a 5 i punti per la vittoria sono 3, per la sconfitta 0 e per il pareggio 1. Alla conclusione della stagione, le prime 5 squadre di ogni girone, più la migliore sesta, potranno partecipare ai play off. Gli ottavi, i quarti e le semifinali si misurano in due partite: una di andata e l'altra di ritorno. La finale, invece, è al meglio delle tre partite e la squadra vincente si aggiudicherà lo scudetto di Campione d'Italia. Nelle tre tabelle successive, vi indicheremo le squadre partecipanti ai Gironi A, B e C della Serie A femminile di calcio a 5. .


Girone A
Kick Off
Isolotto Firenze
Ternana
Lupe
Sinnai
Futsal Breganze
Thienese
Mojito
Decima Sport Camp.
SportTeam United
Elmas
Psn Sport
Plavan Robbio

Girone B
Montesilvano
Lazio
L'Aquedotto
Cpem
Falconara
Olimpus
Woman Napoli
Sora
Vis Lanciano
Fb5 Team Rome
Pmb Futsal
Salernitana
Vis Concordia Morrovalle

Girone C
Real Seatte
Sporting Locri
Salinis
Ita Salandra
Real Five Fasano
Futsal P5
Vittoria
Iron Team
Arcadia Bisceglie
Le Formiche
Rionero Giocoleria
Futsal Melito
Real Stigliano
Cus Potenza

La storia del calcio a 5

Come indicato in precedenza, il calcio a 5 nasce in Uruguay nel 1933 e fu progettato dal professor Ceriani Gravier. Questo professore volle creare uno sport simile al calcio in uno spazio limitato quanto una palestra o un campo di pallacanestro. Le prime regole furono uguali ai principi del gioco del calcio; ovvero, i giocatori potevano toccare il pallone con tutto il corpo ad eccezione degli arti superiori. La possibilità di toccare la palla con le braccia e con le mani fu consentita solo al portiere. Immediatamente dopo questo principio basilare, Gravier prese in carico alcune regole del gioco della pallamano, pallanuoto e basket. Da questi sport copiò il numero dei giocatori in campo, la durata dei tempi, le regole sul portiere, le dimensioni delle porte e del campo. Nel 1933 questo gioco divenne famoso immediatamente nel Sud America ed in particolare in Brasile. Dopo tantissime manifestazioni internazionali, il futsal ha fatto il suo esordio ufficiale nel 1994, a Valencia, nel Primo Torneo calcio a 5 Giochi Sudamericani. Questa prima competizione fu vinta dalla squadra padrone di casa. La seconda edizione, svoltasi in Ecuador, ha rispettato le regole Fufusa. Dal 2002 in poi, il calcio a 5 sarà sempre presente nelle manifestazioni, ma con il regolamento Fifa. Le entità più importanti del calcio a 5 sono il Brasile e la Spagna. La professionalità e la qualità dei club ha reso i giocatori brasiliani e spagnoli i più forti ed ambiti al mondo ed, infatti, moltissimi di loro giocano con le migliori squadre europee.


La naturalizzazione dei giocatori del calcio a 5

Abbiamo affermato che i due grandi poli del mondo del calcio a 5 sono il Brasile e la Spagna. Il Brasile è il Paese dove sono nati e nascono i talenti più famosi al mondo. Le superiori risorse finanziarie nello sport in generale ed in particolare nel calcio, ha permesso che molti di questi talenti venissero a giocare nelle squadre del nostro vecchio continente. A seguito di questa migrazione, nei Paesi come la Spagna, il Portogallo e l'Italia ha trovato terreno fertile il fenomeno della naturalizzazione dei giocatori. Aiutati dagli avi, molti giocatori sudamericani hanno ottenuto la cittadinanza in queste tre Nazioni, modificando notevolmente il valore delle loro squadre. Basti pensare che la nostra nazionale è spesso composta da molti atleti naturalizzati e da pochissimi italiani. Tale fenomeno, molto sfruttato soprattutto in Italia ed in Portogallo, si sta sviluppando anche in altri Paesi che solitamente sono indifferenti a queste situazioni, quali la Russia.