Il gioco è consentito ai maggiorenni e può creare dipendenza

bookmakers online scommesse sportive

Home Page > Blog > CampionatoA > Verdetto

Bookmakers
Home
Italiani
Inglesi
Stranieri
Maltesi
Francesi
Austriaci
Tedeschi
Russi
Virtuali
Live
Casinò
Poker
Bingo
Quote settimanali
Recensioni
Nuove recensioni
Scommesse sportive
Scommesse
Serie A 2022-2023
Serie B 2022-2023
Serie C 2022-2023
Coppa Italia 2022-2023
Mondiali 2022
Mondiali 2018
Mondiali 2014
Champions League
Superlega
Tornei stranieri
Europei di Calcio
Europei di Calcio 2021
Nations League
Coppa America
Coppa Africa
Campionato cinese
Calcio a 5
Olimpiadi
Olimpiadi 2016
Olimpiadi 2021
US Open
Sei Nazioni
Coppa del Mondo Sci
Formula uno
Proposte 2022
Tipi di Scommesse
Under Over
Pari e Dispari
Goal no Goal
Rigore si / no
Espulsione si / no
Marcatore si / no
Risultato finale 1X2
Doppia chance
Risultato esatto
Testa a testa
Antepost
Somma goal
Scommessa combo
Scommesse virtuali
Tipi di scommesse
Rubriche sportive
Il personaggio
The breaking news
The top team
Il Var
Body Fitness
Varie
Directory scommesse
Blog
I nostri consigli sulla Serie A 2022-2023
I nostri consigli sulla Serie A 2021-2022
I nostri consigli sulla Serie A 2020-2021
I nostri consigli sulla Serie A 2019-2020
Pronostici
Fantacalcio
FAQ bookmakers
FAQ scommesse
FAQ giochi
Contatti
william hill
sportyes
eurobet
efbet
codere
888 sport
snai
betsson
betaland
betnero
unibet
bwin
betn1
betclic
efbet
fastbet
sisal
sportyes
888 sport
eurobet
888 sport
snai
netbet
codere
betsson
betn1
betaland
efbet
unibet
marathonbet
william hill
efbet
sisal
bwin
 
 
 
 
 

Il verdetto finale della Serie A 2021-2022

Il Campionato italiano di Serie A ha emesso i suoi definitivi verdetti. Il MIlan, battendo agevolmente il Sassuolo, diventa Campione d'Italia. Al secondo posto, staccata di due punti, arriva l'Inter. Al terzo, un buon Napoli e al quarto, una deludente Juventus. La Salernitana, nonostante la netta sconfitta in casa con l'Udinese, si salva. Il Cagliari, non riuscendo a battere il Venezia nell'ultima giornata del torneo, retrocede in Serie B con il Genoa e lo stesso Venezia. Dopo undici anni, il Milan ritorna sul trono della Serie A. Cosa dire di questa impresa, perchè noi la definiamo tale. Mister Pioli ha il merito, insieme ai dirigenti milanesi, di aver amalgamato, in maniera perfetta, una squadra che non sembrava da primo posto. Dopo il lockdown dello scorso anno, il Milan ha iniziato una marcia irresistibile. Lo scorso campionato, ha chiuso al secondo posto. Quest'anno, anche grazie ad alcune leggerezze dell'Inter (vedi il derby e la partita di Bologna), ha vinto lo scudetto con una serie di incredibili vittorie finali. Per l'Inter, la squadra è andata bene (vittoria della Supercoppa e Coppa Italia) come dicono anche gli 84 punti conquistati e il raggiungimento degli ottavi di finale in Champions League. Non è stata perfetta anche perchè le vendite dello scorso anno di Hakimi e, soprattutto, di Lukaku, alla fine, hanno pesato sulla stagione. Il Napoli ha perso il suo campionato in due situazioni particolari. Il primo aspetto è aver concesso giocatori alla Coppa d'Africa. Il secondo, è aver perso 9 punti contro Empoli e Spezia. Una squadra che punta al vertice, non può permettersi questo. Vedremo se il presidente riuscirà a completare una rosa già forte. La Juventus ha peggiorato lo score dello scorso anno, guidata da Pirlo. Non ha vinto nulla e ha fatto 8 punti in meno nel campionato di serie A. Due inserimenti sono stati effettuati. Riteniamo che necessiti di un altro centrale difensivo, di un centrocampista di qualità e di un attaccante di movimento, in sostituzione di Dybala. Un passo indietro confrontando lo scorso anno.

Il Cagliari, il Genoa e il Venezia

Le squadre indicate nel titolo precedente, sono i team che retrocedono in Serie B e che renderanno ancora più difficile il campionato cadetto. Il Venezia, dopo un girone di andata discreto, ha iniziato una lenta e continua discesa. Un squadra giovane che non è riuscita a dare continuità ai risultati. Forse, la svolta negativa, è arrivata nel secondo tempo del derby perso con il Verona. Vincere 3 a 0 e poi perdere 3 a 4 è, sicuramente, un aspetto tecnico e psicologico allarmante. Stesso discorso per il Genoa. Un team con una nuova dirigenza, un nuovo allenatore e nuovi giocatori subentrati a metà del campionato. Una squadra ben messa in campo che ha perso tutte le opportunità presentate. Una squadra capace di subire pochi goal, ma non in grado di farli. Un team, che con pochi inserimenti, sarà protagonista in Serie B. Il Cagliari ha dimostrato incapacità tecnica e, soprattutto, caratteriale nell'ultima partita, a Venezia, dove ha avuto 90 minuti per vincere una partita con l'ultima in classifica. Tre cambi di allenatore hanno portato a una retrocessione evitabilissima. Specialmente, il cambio di Mazzari, a tre giornate dalla fine del campionato, non ha prodotto risultati utili, anzi. Troppe le decisioni errate nello spogliatoio e nella dirigenza. Non sarà facilissimo riunire in tempi brevi un team unito e vincente. Di queste circostanze, ne ha approfittato la Salernitana, data per spacciata a poche giornate della conclusione del torneo. Il buon mister Nicola, giocatore e mister preparato e genuino, ha realizzato una impresa assurda.

william hill 2018
eurobet
bwin
efbet
betnero
codere
betn1
sportyes bonus
snai
888
betaland
betsson
unibet mondiale
marathonbet
sisal
fastbet
netbet
betclic
efbet
leovegas
888 sport
william hill
gioco digitale
codere
sisal
unibet mondiale
888
betn1
sportyes bonus
eurobet
starcasino
marathonbet
bwin
snai
sportyes
william calcio
betaland
betnero
fastbet
netbet
betclic
efbet
eurobet
betsson
gioco digitale
betn1
codere
888
bwin